Bistrò Corte Campana, una nuova realtà nel centro di Lucca

AGGIORNAMENTO (aprile 2017): Purtroppo il Bistrò ha chiuso i battenti a solo 1 anno dell’apertura. Al suo posto, un ristorante greco che speriamo di visitare al più presto.

***

20160527_233906

Lucca è ormai da qualche tempo terra di buona cucina, innovazione e imprenditorialità nel campo della ristorazione, sia quella da osteria che quella da ristorante più “ricercato”. Alcuni hanno fatto “il botto” (in senso positivo), alcuni stentano, alcuni sono ancora alla ricerca di una loro anima, di una loro identità.

20160527_214413A Lucca negli ultimi 3/4 anni sono nati ristoranti che nulla hanno da invidiare a quelli delle grandi città. Ci sono vie, zone e quartieri che pian piano si prendono la loro fetta di popolarità anche grazie ai ristoranti presenti. Spesso capita, come ad esempio in una zona piccolissima come tra Via dell’Anfiteatro (angolo con Via Fillungo) e Via Canuleia (circa 100 metri in totale) che siano presenti ben sei ristoranti più o meno di livello. Per non parlare di Piazza Anfiteatro stessa…

Stesso discorso vale per la zona di Piazza San Francesco, rinvigorita dal restauro della chiesa e della piazza del quartiere.

C’è però una corte tra Piazza San Michele e Piazza Napoleone che sembra volersi nascondere dagli occhi delle migliaia di turisti che ogni giorno da Aprile a Novembre popolano la città delle cento chiese: Corte Campana.

Famosa ai più per la Camera di Commercio, Corte Campana ospita in pochissimi metri quadri ben tre ristoranti, ma solo uno è nuovo di zecca: il Bistrò.
Aperto poco più di una settimana fa, è già in grado di far parlare di se; vuoi per una buona campagna social, vuoi per l’impegno che Nicolò, il padrone di casa, ci sta mettendo per mettere fin dal primo giorno a proprio agio i suoi ospiti.
Nicolò viene dalla scuola del buon Leonardo Calò (ex Port Ellen Clan, ora al Bagno Piave di Viareggio) e da come si muove in sala si vede. Mai invadente ma sempre presente.

Ma veniamo alla nostra serata. Dopo un lungo aperitivo in via Fillungo al Bernino, arriviamo al ristorante verso le 21:30, complice anche il (giustificato) ritardo di Vanessa alle prese con le difficoltà ad addormentarsi della bimba.

Siamo in compagnia di nuovi amici stasera. Si tratta di Alessandra del blog “Italiani a Miami”, viareggina, cui abbiamo avuto il piacere di incontrare la settimana scorsa per un aperitivo, accompagnata dal suo ragazzo anche lui blogger. Si si, ci piace conoscere chi è fatto della nostra stessa pasta!!!

Ci accomodiamo fuori, direttamente sui tavolini che stanno nella corte. La serata lo permette.
Intorno a noi, molti stranieri; di solito il “giro” turistico non passa da qua, ma forse la curiosità di vedere questa “piazzetta” nascosta li ha portati a sedersi vicini a noi.

Bollicina per iniziare, in attesa del menù.

Ordiniamo. Come spesso accade, per noi due antipasti, un primo, un secondo e due dolci:

  • Carpaccio di gamberi alla Catalana con cipolla rossa e citronette all’arancio
  • Insalatina di Bianchetti in doppia consistenza con nero di seppia e salsa aioli alla salvia
  • Spaghetti di grano duro alle vongole veraci su pesto leggero di sedano e mandorle
  • Polpo alla Galiziana con patate croccanti e paprika dolce
  • “Fudge” della nonna al cioccolato 70% e noci
  • Cheesecake al cioccolato bianco e lamponi

Da bere:

  • Vernaccia di San Gimignano 2015 Panizzi
  • Un bicchiere di Porto (in abbinamento al dolce)

Iniziamo con gli antipasti, la nostra prima portata.

Il carpaccio di gamberi è un antipasto di crudo di gamberi, tagliati finemente dall’alto verso il basso. Un piatto molto “agrumato”, con la cipolla rossa cruda che, essendo stata messa a bagno, non è invadente come possiamo immaginare. A completare il piatto, un letto di misticanza croccante.

L’insalatina di Bianchetti, forse il miglior piatto della serata, è qualcosa di eccezionale. Bella l’idea della doppia consistenza. Inizi con quelli appena sbollentati e finisci con quelli fritti. Una delizia. Ce ne fossero state 20 porzioni, non ci sarebbe rimasta nemmeno l’ombra. Delicata anche la salsa aioli alla salvia in accompagnamento.

Passiamo ora alle seconde portate.

Gli spaghetti alle vongole invece sono forse il piatto meno saporito della serata. Forse il pesto di sedano e mandorle ha dato quella nota troppo dolce rispetto alla sapidità della vongola. Un po’ più di sale sarebbe stato gradito. (ne ho parlato anche con Nicolò a fine serata e sembra aver apprezzato la critica…)

Altro piatto degno di nota è il Polpo alla Galiziana. Mollusco morbido e molto saporito, ma le patate croccanti sono veramente una delizia!!!
Bella porzione di polpo, perfetta per noi che non abbiamo fatto un pasto completo di tre portate. Mi fosse arrivato dopo antipasto e primo, non so se ce l’avrei fatta a finirlo.

Arriviamo ai dolci.

Sotto consiglio spassionato della nostra amica “posticina” Silvia, prendiamo la Cheesecake al cioccolato bianco e lamponi. Delicata e “grassa”, con il lampone che equilibra i sapori. Biscotto alla base forse troppo friabile (secondo i miei gusti). In ogni caso, come ha detto anche la nostra amica Alessandra, da uno chef statunitense ci aspettavamo forse un “fettone” enorme e altissimo come solo negli USA si può trovare, ma come ci spiegava lo stesso Matt Cook, la “scuola francese” lo ha decisamente “europeizzato” nella preparazione delle pietanze. Infatti anche la presentazione è stata fuori dagli schemi: tre “cubi” di torta invece della classica fetta.

Abbiamo anche deciso di prendere un dolce che raccontasse la terra e la storia del paese d’origine dello chef: il “Fudge”. Sorprendente!
Per chi ama il cioccolato come noi, il Fudge è un toccasana! Si presenta come tre “cupoline” di cioccolato accompagnate da una leggera crema (inglese?). Cioccolato “pastoso” e croccante grazie alle noci all’interno. Il palato s’inebria e i sensi godono ad ogni boccone. Un dolce semplice quanto gustoso, complimenti!

Nicolò mi consiglia di abbinare un Porto e mai scelta fu più azzeccata. Bello fresco, completa e “sgrassa” la portata finale.

Prendiamo un caffè e chiediamo il conto: 37,50 € a persona. Considerando anche i 20 € del vino, un conto onesto.

Siamo curiosi di tornare al Bistrò di Corte Campana per cenare, magari in inverno nella piccola saletta calda e raccolta mentre fuori il ghiaccio si appiccica alle antiche pietre stradali del centro. Per avere aperto da una settimana lo promuoviamo a pieni voti. In ogni caso, c’è ancora un potenziale che col tempo sicuramente verrà fuori. Bel lavoro Nicolò!

E’ ormai mezzanotte e salutiamo i nostri amici che se ne tornano verso Viareggio. Domani mattina presto partono per Como, meglio andare…

Lucca pullula di vita. La via che ci separa dalla macchina è piena di giovani e meno giovani con un bicchiere di vino in mano o una birra fuori dai locali. Lucca è giovane. Peccato che qualcuno stia tentando in tutte le maniere di mantenerla vecchia. Buonanotte.

***

BISTRO’ CORTE CAMPANA
Corte Campana, Lucca
Telefono: 340 5245945
Sito web: www.bistrolucca.it

The following two tabs change content below.
Amo i viaggi e il cibo che trovo nei paesi che visito. Condivido le mie passioni con mia moglie, che mi accompagna in ogni mia "fuga" dalla routine quotidiana... Il mio lavoro di SEO Specialist per il network Omada, mi porta a ottimizzare i miei articoli facendo in modo che vengano trovati nel web.

3 thoughts on “Bistrò Corte Campana, una nuova realtà nel centro di Lucca

  1. Ho letto il voto articolo nonché la vostra recensione è devo dire che deve essere un grandissima soddisfazione per Nicolò avere un giudizio positivo nei suoi confronti per aver creato questo locale così semplice ma raffinato. E la cosa più bella è che questi ragazzi sono giovani e se lo meritano. Lo dico con tutto l amore e l orgoglio perché io sono la mamma di Nicolò . Buon lavoro a tutti e grazie

    1. Ciao “Mamma di Nicolò” 🙂
      Ci fa sempre piacere ricevere commenti, ma in questo caso ce ne fa ancora di più. Vedere un genitore che ci scrive un commento e ci ringrazia per quello che abbiamo scritto per il locale del figlio ci riempie di orgoglio.
      Grazie e a presto! Continua a seguirci, mi raccomando. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.