BlogTour “Il Buon Secolo della Pittura Senese” (giorno 2)

La sveglia suona presto, l’eccitazione lascia dormire (se vi siete persi il racconto del primo giorno, cliccate qui). Riesco a vedere un’alba bellissima che sale dal lago Trasimeno. Nella mia stanza di Palazzo Tombesi mi sento una nobile anch’io! Ci troviamo per la colazione, al Caffè Poliziano veniamo coccolati con succo, caffè, brioches o pasticcino e pane caldo con burro e marmellata.

Troppo? Assolutamente no, dato che la nostra guida Maria e Berardino di Urban Bikery ci aspettano in Piazza Grande per metterci alla prova. Ammetto che era l’attività che piú aspettavo: il giro per la valle con la e-bike!

Giú per le stradine del paese e via in mezzo alle colline, un po’ di sterrato… la bici è a pedalata assistita e appena inizio a prendere un po’ di confidenza, inizio a divertirmi. Troppo. Lo spettacolo non si può descrivere a parole, vi lascio tante foto. La valle dorata per il gran caldo, salite, discese, spazi grandi, aria pulita, la bellezza della natura… tutto questo, sommato alle emozioni della bici è un regalo magnifico!

Prima tappa a Monticchiello: un paio di foto, giro del paese e via in sella di nuovo.

Seconda tappa: Pienza. Arriviamo, con un totale di 25 km “assistiti” sulle gambe, il sorriso stampato e tantissima adrenalina che ancora scorre. Lasciamo le bici e ringraziamo i ragazzi di Urban Bikery, ci rivedremo presto!

A Pienza ci aspetta una merenda organizzata da Fabio di Halldis in uno degli appartamenti che gestisce con vista sulla piazza. Cornetti, biscotti e altre prelibatezze, qui ci viziano!

(Quindi in realtà la biciclettata era per farci smaltire la cena, pronti per altre abbuffate!)

Con un ritardo cronico arriviamo dal curatore Roggero Roggeri pronto a raccontarci la seconda tappa della mostra Il buon secolo della pittura senese, stavolta su Francesco Rustici detto il Rustichino. Dentro al Conservatorio San Carlo Borromeo, ce ne parla con tanto amore, dato che proprio amorevole è la caratteristica con cui dipinge questo artista. Ma oltre a questo, tanto colpisce l’orgoglio per il proprio patrimonio. La mostra finisce con la Pala di S. Carlo, che si trova esattamente in questa chiesa sconsacrata che è l’ultima sala della mostra.

La mostra è stata prorogata fino al 30 settembre. Affrettatevi! Il biglietto è unico a 12€ e potete visitare le tre sedi in giorni diversi. Se acquistate un pacchetto da Valdichiana Living avete lo sconto del 50% sulla mostra 😉

Altre foto ci aspettano, nella passeggiata dietro la chiesa. Lo sapevate che tra l’entrata e l’abside ci son quasi 90cm di differenza? È stata orientata nord-sud invece che il consueto est-ovest delle chiese e la parte posteriore tende a cadere nella valle.

Il nostro autista ci aspetta: destinazione Azienda Agricola Fattoria Pianporcino. Abbiamo un’altra degustazione, stavolta il pecorino! Non sono amante di formaggi ma non sono stata lasciata digiuna. Il tutto è accompagnato da un’insalatona e salumi buonissimi. Ammetto però che date le espressioni di piacere dei miei colleghi non ho resistito… ho assaggiato il Primo Sale e dato che mi è piaciuto i miei colleghi mi han concesso di mangiarmene un piatto intero!

Qualche compera e usciamo… ormai siamo così appagati da tutte queste esperienze.

Ma non molliamo: l’ultima tappa S. Quirico d’Orcia. Ci aspetta la terza parte della mostra, a Palazzo Chigi Zondadari su colui che è detto il Sodoma, che va dal sacco di Roma alla caduta della Repubblica di Siena. La mostra è un allestimento fatto per l’occasione e sempre per l’occasione ci è stata aperta di martedì, solitamente giorno di chiusura.

 

Dopo l’ultima mostra, con la nostalgia che già ci assale, facciamo una passeggiata per il paese… tra la Collegiata di S. Quirico e l’Horti Leonini con le opere degli studenti dell’istituto d’arte, decidiamo di fare un’ultimissima parte fuori porta, per vedere al tramonto la Cappella della Madonna di Vitaleta, ad appena pochi minuti di macchina.

Volete sapere altri dettagli sulle mostre, su dove alloggiare in questa bellissima zona, su cosa fare e dove mangiare? Iscrivetevi alla nostra newsletter, il blogtour ha ancora molto da offrire!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

***

RISORSE UTILI:

The following two tabs change content below.
Silvia, una normalissima ragazza di 26 anni che cerca la propria strada nel mondo. Dottoressa in Ingegneria Civile, si dedica all'Interior Design e alla passione per l'arte e i viaggi. Gattara convinta, sognatrice visionaria... E blogger?! Da quando ho deciso che nella mia vita potevo dedicarmi anche alla scrittura non ho più potuto farne a meno. Non è un lavoro, ma una necessità. Mi trovate anche su Mangia, prega... Scrivi.

Lascia un commento; è sempre gradito ;)