C’era una volta, nel 1368, l’Antica Locanda di Sesto…

…con le sue mura e i suoi profumi.

Eh si, perchè quando varchi la porta di questa vecchia locanda ti rendi conto di fare un tuffo nel passato più autentico; con i suoi legni e pareti in pietra, i soffitti alti, la scalinata che portava (forse) ai luoghi di riposo e quel profumo di cucina vera lucchese che in un passato meno remoto ci inebriava l’olfatto.

Siamo arrivati all’Antica Locanda di Sesto carichi di aspettative (e di fame!!!) alle 20:30 e ci siamo accomodati nella sala principale. Altri 4-5 tavoli con turisti e qualche lucchese.

La sala è come te l’aspetti: pentoloni di rame e piatti appesi, soffitti alti con travi di legno, mensole piene di chincaglierie di epoche diverse e quel profumo (scusate se mi ripeto spesso…) unico ed inconfondibile dei “ristoranti di una volta”.

Appena ci siamo accomodati oltre al menù è arrivato un benvenuto della casa composto da un flute di prosecco e un crostino con pomodori e olio extravergine della Maolina. Voi direte: solo pomodori? Noi possiamo sinceramente dirvi che erano i pomodori più buoni che abbiamo mai trovato in un ristorante! Paragonabili a quelli che possiamo cogliere nel nostro orto! Saporiti, dolci… sapevano veramente d’estate (se non si è capito noi siamo appassionati di pomodori eheheh).

Naturalmente anche il menù rispecchia la cucina più classica e noi ne siamo rimasti entusiasti!
Abbiamo optato quindi per:

  • Gnocchi di patate alle erbette aromatiche: al primo boccone risultavano sodi ma andando avanti con l’assaggio si scioglievano in bocca rivelandosi estremamente morbidi e cremosi; il burro e il parmigiano bilanciavano l’aroma delle spezie. Piatto equilibrato e gustoso.
  • Paccheri “Monograno Felicetti” con burrata e pomodorini datterini: la pasta era come piace a noi, bella al dente! I datterini si integravano perfettamente con la burrata; ne avrei mangiato volentieri un altro piatto!
  • Vitello Tonnato: Un classico. Carne morbida e accompagnata con una salsa per nulla invasiva. Come contorno, una patata lessa.
  • Costolette di capretto alla brace: 4 (quattro!!!) costolette da sgranocchiare rigorosamente con le mani. La carne era morbidissima e gustosissima. Speziata al punto giusto. Classiche patate arrosto di contorno.
  • 2 Semifreddi della casa al caffè: forse l’unica cosa che non mi ha colpito in modo netto… non che non fosse buono eh! Ma visti gli standard dei piatti precedenti mi aspettavo un dolce con più carattere!
  • 1 calice di vino rosso della Maolina
  • 1 caffè, accompagnato da una serie di deliziosi biscottini.

 

Per dovere di cronaca vi elenchiamo anche cosa ha ordinato una coppia di amici a cena con noi: Pappa al pomodoro, Tordelli con il sugo (con annessa “commozione” del nostro amico), Vitello tonnato (anche per loro) Ossobuco con piselli, patate arrosto, 1 calice di Maolina, Crostata di mele, Dolce al mascarpone e 1 caffè.

In 4 abbiamo speso un totale di 143 €

Piccola postilla: l’idea di andare a cena all’Antica Locanda di Sesto ci è venuta più di 1 anno fa ma, per un motivo o per l’altro abbiamo sempre rimandato.

Poi, in occasione della Festa di San Giovanni del 24 giugno alla Fattoria Sardi Giustiniani abbiamo avuto modo di conoscere la squisitezza del panino con la “guancetta” di vitello proposta da Aurelio Barattini; Cupido in quel momento ha scoccato la freccia dal suo arco e ha colpito il nostro cuore (soprattutto quello di Vanessa che addirittura ha fatto il bis!) e abbiamo deciso una volta per tutte di andare a provare la cucina di questa “mitica” trattoria.

Alcuni dicono che questo ristorante sia costoso; noi avendo provato e testato la qualità degli ingredienti e l’ottima esecuzione dei piatti possiamo dirvi che non è un costo esagerato!

Qui si manifesta in pieno l’amore per il nostro territorio e si celebra la lucchesia in ogni suo aspetto. Non possiamo dirvi altro che… andate all’Antica locanda di Sesto… rimarrete a bocca aperta dalla loro semplice bontà!

***

ANTICA LOCANDA DI SESTO
Via Ludovica n. 1660, Sesto di Moriano – Lucca
Telefono: 0583 578181
Sito web: www.anticalocandadisesto.it
E-Mail: info@anticalocandadisesto.it
Facebook: www.facebook.com/anticalocandadisesto

The following two tabs change content below.
Amo i viaggi e il cibo che trovo nei paesi che visito. Condivido le mie passioni con mia moglie, che mi accompagna in ogni mia "fuga" dalla routine quotidiana... Il mio lavoro di SEO Specialist per il network Omada, mi porta a ottimizzare i miei articoli facendo in modo che vengano trovati nel web.

One thought on “C’era una volta, nel 1368, l’Antica Locanda di Sesto…

Lascia un commento; è sempre gradito ;)