Il Pesce a Montecarlo: Ristorante Forassiepi al Salotto del Vino e del Verde

Martedì sera abbiamo trascorso una bellissima e interessante serata in quel di Montecarlo in occasione del “Salotto del Vino e del Verde”, manifestazione che si è svolta in concomitanza con la cinquantunesima edizione della Festa del Vino di Montecarlo.

Il Salotto del Vino e del Verde è un evento collaterale della festa dove vengono organizzate cene a tema nel bellissimo e nascosto giardino del Palazzo dell’Istituto Pellegrini-Carmignani. Tutte le cene organizzate, ovviamente, sono accompagnate dagli strepitosi vini Montecarlo D.O.C. prodotti da ben 14 aziende vinicole del territorio montecarlese. A presentare le serate, il sempre presente Fabrizio Diolaiuti.

Noi, abbiamo avuto l’onore di essere ospiti del Salotto del Vino e del Verde nella serata di martedì 4 settembre, contattati da Carlo Alberto Pazienza (ufficio stampa dell’evento, che ringraziamo per averci sopportato tutto il tempo con i nostri racconti dei viaggi negli USA) dove a presenziare in cucina c’era lo staff al completo del Ristorante Forassiepi, capitanato dallo Chef Antonio Pirozzi, indiscusso maestro nella preparazione di squisite pietanze a base di pesce, ma non solo. I vini che accompagneranno la serata sono quelli della Fattoria del Teso e della Fattoria Vigna del Greppo.

 

Le vie di Montecarlo sono piene di gente festante con i calici di vino in mano e col sorriso stampato in viso. La Festa del Vino è una delle manifestazioni più attese del panorama di eventi della Piana di Lucca, e anche molti miei amici sono soliti passare qualche serata nel borgo, godendo anche del primo fresco post-estivo. Noi, essendo arrivati in ritardo, non abbiamo potuto goderci tutto questo, ma ci siamo goduti il Salotto del Vino e del Verde! 😉

La nostra serata nel giardino del Palazzo dell’Istituto Pellegrini-Carmignani inizia alle 20:30. Noi, ovviamente, visto anche il traffico per arrivare ed i parcheggi pressoché pieni, arriviamo con un quarto d’ora in ritardo. Poco male, anche il Sindaco Fantozzi arriva alla nostra stessa ora, e la cena ha inizio alle 21.

Dopo le presentazioni di rito dello staff (al completo) del Ristorante Forassiepi capitanato dallo Chef Antonio Pirozzi, del sommelier della serata Leonardo Taddei e dalla rappresentanza di Impresa Pesca Coldiretti, inizia la cena con il benvenuto dello Chef: una Passata di Fagioli di Sorana con Farro della Garfagnana, cozze, pecorino e guanciale garfagnino. L’entree è accompagnato da un Fattoria del Teso Montecarlo Bianco D.O.C..

Inizio migliore non poteva esserci. La frescura di questo primo martedì di settembre è perfetta per questa passata cremosa e gustosissima.

Il vino di accompagnamento dell’antipasto, un tris di assaggi con Tartare di Sugarello abbinato ad una cipolla di Certaldo caramellata e una cialda di pane al nero di seppia, un millefoglie di Sciabola con melanzana in tre consistenze (crema, spadellata con origano e fritta) e una cialda di pane toscano con Alici fritte e gelificazione della salsa carpione, è un Vigna del Greppo Montecarlo Bianco D.O.C..

La tartare è freschissima e si sente tutto il profumo del mare, con la cipolla caramellata che da identità al piatto; tenerissima e deliziosa.

Il millefoglie di sciabola, anch’esso morbidissimo è uno di quei pesci che non trovi spesso (direi quasi mai) sulle tavole dei ristoranti, ed è un peccato. L’accompagnamento con la melanzana proposta in tre consistenze è azzeccatissimo, con la parte croccante data da quella fritta che spezza l’equilibrio e dona carattere e forza.

Le alici fritte sono freschissime e si sente. Eccezionale la qualità del pesce e il livello di frittura. Antipasto veramente ottimo.

Andiamo sui piatti principali. È il turno del primo: un Risotto mantecato al burro di alici, servito con un gambero biondo di Livorno e Alice marinata al sale. È in assoluto il piatto principe della serata, almeno per il mio personale gusto. La cremosità della mantecatura è paradisiaca. Il gusto è sublime. L’alice marinata al sale sprigiona una forza incontrollabile e stuzzica a mille i sensi. Un piatto che ricorderò per molto tempo. Bravi veramente! L’accompagnamento è un Vigna del Greppo “Brezza della Luna” Bianco I.G.P., perfetto.

Passiamo al secondo: una Triglia livornese con Polenta Formenton Otto File garfagnina alla menta, servita su una salsa di Cacciucco alla Livornese leggera e un Calamaro scottato, sale, olio e pepe. Se non fosse per la presenza di alcune lische (ahimè, le triglie son buone, ma ne sono piene), sarebbe stato anch’esso un piatto da annoverare. Fantasioso e interessante il “ripieno” della triglia fatto con la polenta alla menta. La salsa è decisa, benché “leggera”. Il tutto accompagnato da un Fattoria del Teso Montecarlo Rosso D.O.C., scelta insolita per il pesce, ma azzeccatissima.

La serata al Salotto del Vino e del Verde è trascorsa via liscia e godibile, grazie anche all’intrattenimento del pianista Dino Mancino (fortemente voluto da Giorgio Panariello per i suoi spettacoli, nonché anche da Zucchero Fornaciari), simpatico e estroso al pianoforte, ma nel contempo umile e alla mano (posso dirlo perchè era al tavolo insieme a noi, e abbiamo parlato per lo più di viaggi… 🙂 )

È il momento del dolce. La degna conclusione di una bellissima serata in compagnia di persone nuove ma che dopo 3 ore mi pareva di conoscere da una vita. Lo Chef di partita, nonché pasticcere, ci presenta il Biscotto di Frolla con Crema Chantilly al limone, fichi e noci su una riduzione di Montecarlo Rosso. Avete presente l’estasi? Ecco, proprio quella. Ne avessi avute 40 porzioni, le avrei mangiate tutte. Una semplicità disarmante e una bontà estrema. Super!

Si è fatta quasi mezzanotte. Salutiamo i nostri compagni d’avventura e ci dirigiamo per le strade brulicanti di persone felici di Montecarlo. In una piazzetta adiacente alla Fortezza c’è un gruppetto che sta suonando musica che mi ricorda moltissimo il viaggio a New Orleans. Sembrava di essere in Royal Street, ma con parecchia storia in più nelle pietre che avevamo davanti…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

New Orleans? No. Montecarlo. #festadelvino #montecarlo #lucca #ticonsigliounposticino

Un post condiviso da Ti consiglio un posticino (@ticonsigliounposticino) in data:

Sicuramente torneremo anche il prossimo anno alla Festa del Vino di Montecarlo e a visitare il Salotto del Vino e del Verde, sapendo già che potremmo contare su un’organizzazione degna di tale manifestazione e da ristoratori che “la sanno lunga”… Complimenti per l’evento, e… al prossimo anno!

The following two tabs change content below.
Amo i viaggi e il cibo che trovo nei paesi che visito. Condivido le mie passioni con mia moglie, che mi accompagna in ogni mia "fuga" dalla routine quotidiana... Il mio lavoro di Consulente SEO & Web Marketing, mi porta a ottimizzare i miei articoli facendo in modo che vengano trovati nel web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.