Le isole di Spalato: Šolta, Hvar e Brač

Solo 45 minuti di aereo per arrivare al di la dell’Adriatico e scoprire un mondo che davvero non ti aspetti.

La Croazia è in grado di soddisfare ogni esigenza del turista: dai luoghi più mondani e glamour a quelli più autentici, selvaggi e per veri intenditori. Questo contrasto è il filo conduttore che lega anche le tre principali isole che si trovano di fronte alla città di Spalato (o Split che dir si voglia in croato) nella Dalmazia centrale. Le tre isole di Šolta, Brač e Hvar sono profondamente diverse tra di loro ma tutte comunque accomunate da un mare limpido e cristallino.

Se non si hanno problemi di budget si può prendere in affitto una barca a vela o un catamarano e veleggiare, magari anche per un’intera settimana, alla scoperta di questa parte della costa croata e delle sue innumerevoli calette, che rimangono sconosciute ai più perché difficilmente raggiungibili se non via mare.

Esiste però un modo sicuramente più economico, ma altrettanto valido, di andare alla scoperta di queste isole. I traghetti della compagnia croata Jadrolinija sono puntuali, efficienti, anche se c’è da dire che per alcune tratte hanno degli orari non proprio comodi.

I biglietti si acquistano in un botteghino che si trova tra la “zona” del porto e l’inizio del centro storico di Spalato e si riconosce dalla fila che ogni mattina si crea per comprarli. La prima cosa da fare è prendere il depliant con gli orari e le destinazioni, armarsi di santa pazienza e cercare di interpretare le varie tabelle e l’insieme di simboli che vi troverete sopra, ma una volta fatto questo… è tutto in discesa. I prezzi dei traghetti sono decisamente abbordabili e con il cambio più che favorevole (in Croazia vige la Kuna) spenderete in media 5 euro per una tratta.

Šolta

Con un’ora di traghetto da Spalato si arriva nel piccolo porto della graziosa e selvaggia isola di Šolta, nell’unico punto di attracco che è Rogač. Appena scesi a terra ci si imbatte in una fermata dove transitano gli unici due autobus che fanno spola sull’isola: uno diretto al villaggio di Maslinica sulla punta ovest e l’altro al villaggio di Stomorska nella parte est.

L’intera isola si può visitare nell’arco di una giornata per poi tornare a Rogač per riprendere il traghetto; ed è cosi che noi abbiamo fatto.

Šolta è un’incantevole isola coperta di boschi, ulivi e piante di fico ed è perfetta per chi è alla ricerca della Croazia al di fuori del turismo di massa. Maslinica e Stomorska sono dei piccoli e graziosi villaggi posizionati su splendide baie che sono il punto di approdo perfetto per le innumerevoli barche a vela e yacht. Volete passare dei giorni in un hotel dell’isola in cui la vostra unica compagnia è un bel libro, il silenzio e il rumore delle onde? Bene mettete nella vostra valigia vestiti comodi, un paio di Birkenstock e rilassatevi a Šolta.

DORMIRE SULL’ISOLA DI ŠOLTA

Brač

Brač è l’isola più grande della Dalmazia. Durante tutto l’anno sull’isola di Brač arrivano numerosi visitatori vogliono fotografare la spiaggia più famosa della Croazia: Zlatni Rat.

Il mare cristallino, la spiaggia bianchissima di ciottoli e il verde della pineta la fanno sembrare, se vista dall’alto, un atollo delle Maldive! Invece ci troviamo a pochi passi da casa…

Brač è l’isola meno mondana, soprattutto rispetto a Hvar ed è un’ottima per passare una vacanza rilassata in una località facile da raggiungere e con un paesaggio suggestivo di macchia mediterranea e pinete. Sull’isola di Brač si possono praticare numerose attività sportive come escursioni, windsurf, mountain bike e tennis.

DORMIRE SULL’ISOLA DI BRAČ

Hvar

L’isola di Hvar è una delle mete più conosciute e frequentate di tutta la Croazia. Il suo entroterra è costellato da campi di lavanda, venduta praticamente ovunque, ma ciò che la contraddistingue è la sua ricca vita notturna. Il traghetto da Spalato, dopo due ore di navigazione, attracca a Stari Grad sulla costa settentrionale da dove partono pullman diretti in ogni parte dell’isola. Ed qui che dovete scegliere, scegliere se gettarvi nella vita glamour e terribilmente mondana di Hvar città oppure, se folleggiare ogni sera non fa per voi, dirigetevi verso Jelsa.

Hvar città si trova nella parte meridionale e la piccola stazione dei pullman è a pochi passi dalla piazza principale, la Trg Svetog Stjepana (o Piazza di Santo Stefano se preferite… ma rassegnatevi al fatto che la lingua croata ha praticamente una moria di vocali). A fare da sfondo alla piazza c’è la Cattedrale di Santo Stefano costruita nel periodo Rinascimentale dalmata, tra il XVI e il XVII secolo. Il centro storico è delizioso, con vicoli di pietra bianca che si snodano per la collina e che celano ristoranti, piccoli negozi e botteghe di artigiani.

Ma basta girare l’angolo e dirigersi verso la zona del porto per capire che è proprio attorno a questa parte della città che orbita la vita notturna da giugno a settembre. Gli enormi yacht attraccati attirano gli sguardi incuriositi dei turisti, i quali cercano in ogni modo di far entrare queste enormi e lussuose case galleggianti nello spazio di un click; e gli innumerevoli bar e lounge bar sono la meta di chi ha intenzione di passare la serata a divertirsi sul serio. C’è il Carpe Diem, talmente alla moda da essere frequentato dalla prima colazione fino ai cocktail consumati a notte fonda; il Veneranda l’unica vera e propria discoteca di Hvar racchiusa in una fortezza sulla collina dietro il lungomare, per arrivare ai bar sulla spiaggia, come l’Hula Hula, dove si può ammirare il tramonto al suono della musica chill-out.

Hvar città è il posto del tacco 12 e del dress-code perfetto e d’effetto, del trucco impeccabile e dell’occhiale a specchio, sia per gli aperitivi al tramonto cosi come per le lunghe serate passate a ballare.

DORMIRE SULL’ISOLA DI HVAR

The following two tabs change content below.

Lascia un commento; è sempre gradito ;)