Siamo di nuovo a Treviso, con un evento culturale e non solo: parliamo delle mura della città. Durante quest’ultimo anno e mezzo si sono svolte numerose attività all’interno di un programma che vuole festeggiare i 500 anni delle Mura. L’11 novembre arriviamo a conclusione.

Apro una parentesi: chi c’era alla proiezione de “I due nemici”? E alla Premiazione del Concorso Vincenzoni? Io purtroppo mi son ammalata e non ho potuto esserci. Spero vi siate divertiti, datemi i vostri feedback 🙂

Le Mura di Treviso

Costruite dopo la sconfitta di Venezia alla battaglia di Aquadello (Bergamo) nel 1504, per pura difesa, insieme a quelle di Padova. Richiesero circa una trentina d’anni per essere ultimate e furono tra le prime a non esser più alte e strette ma più basse e larghe, per l’avvento della polvere da sparo e quindi dei cannoni. L’ingegnere militare e idraulico che se ne occupa è Fra’ Giocondo. Il suo progetto ha previsto lo spianamento dei dintorni per permettere di scorgere l’eventuale avanzata del nemico, creando il cosiddetto “guasto”: terreno totalmente disabitato per 500 metri. Questo si sarebbe potuto allagare, secondo il piano dell’ingegnere, sbarrando con dighe il Sile e gli altri fiumi adiacenti la città. Lunette e feritoie sono ancora espedienti per controllare l’avanzata del nemico.

In realtà Treviso non fu mai occupata e non fu mai messa alla prova l’efficacia delle mura.
Rimangono però un orgoglio cittadino, una via di comunicazione, un luogo di ritrovo e in cui passare del tempo, nonché bellezza per gli occhi.

All’inizio c’erano quattro porte, più altri varchi minori. Ora possiamo ammirare quella di S. Tomaso e Santi Quaranta. All’esterno sono ovviamente molto più ricche, con l’immancabile Leone di Venezia, per strabiliare il visitatore che entrava in città.
Le mura ospitano inoltre una seconda vita: quella sotterranea, di cui trovate più informazioni qui (http://www.trevisosotterranea.it/visite-guidate/).

E nel futuro, che ruolo avranno le mura?

Come si interporranno tra il passato e il futuro della città?

Gli eventi

A queste e tante altre domanda verrà data risposta al Convegno che si terrà sabato 5 novembre alle 14.30 presso l’Auditorium di Santa Caterina, a Treviso.

Oggi, 9 novembre è invece in vendita con “La Tribuna” il volume “500 anni delle mura di Treviso 1517 – 2017” e dal 4 novembre fino al 26 sarà aperta la mostra “Attorno alle mura un percorso nella storia”.
Per tutti i dettagli, non esitate a chiedere!

SCARICA LA LOCANDINA