Podwale Bar and Books, un lato “english” di Varsavia

Varsavia offre anche la possibilità di divertirsi by night e nell’ultima sera di questo nostro viaggio abbiamo deciso di rilassarci in un locale che abbiamo visto il primo giorno e ci aveva parecchio incuriosite.

Il Podwale Bar and Books si trova sulle mura della città vecchia, a 50 metri da Stary Rynek, la piazza del mercato, ed è molto english. In realtà è definito esattamente “British colonial style”. Per entrare bisogna suonare il campanello e attendere l’apertura. S’intravvede una pesante tenda bordeaux che si apre e un giovane biondo (molto polacco) ci accoglie e ci invita ad entrare nella sala alla nostra destra.

Il bancone del bar è immenso, contornato da uno specchio che occupa tutta la parete ed è l’unica cosa illuminata della stanza. Il legno arreda qualsiasi cosa e noi ci appollaiamo sugli sgabelli in un angolo libero.

Subito abbiamo la sensazione di esser capitate qui “per caso” ma soprattutto che loro l’abbiano capito ancor prima di noi! Vicino a noi c’è una coppia, lei è visibilmente alticcia. Sono anche loro stranieri ma sembrano avere una certa confidenza con il barman. Tutta l’atmosfera però è davvero chic.

Chic è anche il listino e i suoi prezzi: un veloce calcolo ci dice che con due drinks qui spendiamo poco meno di quanto abbiamo lasciato poco fa per la cena. Ok, poco male: siamo state fortunate finora e ci sta di spendere un po’ di piú per una volta. Se ne vale la pena, ovviamente. Ma sembra che sia così…

Data la situazione decido di osare anch’io e ordino un cocktail martini, Monica mi segue. Il barman ci fa scegliere il gin da usare e in base a quello cambia anche il prezzo, quindi stiamo sulla media e chiediamo il Tanqueray.

Insieme al cocktail ci porgono delle noccioline e stuzzichini secchi misti, insieme a pop corn.

Rimaniamo quindi in quest’atmosfera surreale a degustarci il nostro drink nella semi oscurità e nel frattempo vediamo il barman che si allontana lasciando la postazione ad una ragazza che sembra meno esperta di lui (probabilmente si sta inserendo nell’ambiente), anche lei molto elegante. Anche il ragazzo della coppia accanto si allontana e torna con un nuovo drink, così capiamo che ci sono altre sale al piano superiore. Più tardi ho scoperto che è possibile fumarci il sigaro, abbinato a qualche delizioso whiskey o rhum. In estate è aperta anche la terrazza soprastante.

Dietro di noi la finestra dà sulle mura e ovunque ci sono delle scimmiette soprammobili che portano delle piccole lanterne, quelle che ora vanno di moda anche in Italia. L’atmosfera è molto, molto bella. La TV è sintonizzata su un canale polacco ma l’audio è spento per lasciar spazio al jazz.

Anche il cocktail è molto buono, fatto da mani sapienti ed esperte.

Rimaniamo le sole clienti nella piccola stanza e ne approfittiamo per fare conversazione con i bartenders: ci raccontano che l’edificio si chiama The White House ed è patrimonio culturale dello stato e che il loro inglese è così buono perchè entrambi hanno avuto esperienze in Australia e a Londra , durate anni.

Ma allora che ci fate di nuovo qui? – esce la mia curiosità verso il mondo, le persone e le loro esperienze.

“Girare il mondo è bello, ma nessun posto è bello come la nostra città, Varsavia.”

Paghiamo 96zl, all’incirca 11€ a testa.

Il Podwale Bar and Books è una tappa obbligatoria a Varsavia, unico nel suo genere qui e (ci giurerei!) non solo! Il locale infatti è un brand già presente a New York e a Praga (già segnato nel quadernino).

Il motto di questa catena è “The World’s Most Refreshingly Civilized Places to Meet”, e il senso è che se la tirano un sacco, ma a ragione.

Bravi ragazzi!

***

PODWALE BAR AND BOOKS
Waski Dunaj 20, the White House – 00-256 Warszawa
Tel. +48 225599199
Sito web: www.barandbook.cz/warsaw/
Facebook: www.facebook.com/barandbookspodwale

The following two tabs change content below.
Silvia, una normalissima ragazza di 26 anni che cerca la propria strada nel mondo. Dottoressa in Ingegneria Civile, si dedica all'Interior Design e alla passione per l'arte e i viaggi. Gattara convinta, sognatrice visionaria... E blogger?! Da quando ho deciso che nella mia vita potevo dedicarmi anche alla scrittura non ho più potuto farne a meno. Non è un lavoro, ma una necessità. Mi trovate anche su Mangia, prega... Scrivi.

One thought on “Podwale Bar and Books, un lato “english” di Varsavia

Lascia un commento; è sempre gradito ;)