Un pomeriggio in famiglia in Val Ferret

Come avrete sicuramente visto dalle nostre foto sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram, in questi giorni siamo in Valle d’Aosta a prenderci un po’ di fresco.

Qualche giorno fa abbiamo passato un bel pomeriggio in una delle due valli del Monte Bianco: la Val Ferret.

Siamo usciti nel pomeriggio, perchè al mattino ne ho approfittato per lavorare un po’. La giornata era stupenda, come del resto tutte, almeno finora (incrociamo le dita…). Il Monte Bianco era ben visibile, completamente scoperto dalle nubi che spesso coprono la cima visibile dal versante italiano.

Arriviamo in Val Ferret alle 15 circa. Il torrente Dora di Val Ferret serpeggia piuttosto docilmente sull’altipiano e decine di pescatori se ne stanno con le canne in mano sulle sue rive. Le acque che nascono dalla Téte de Ferret (2714 m) si mischiano con gli “scarichi” del ghiacciaio di Pré de Bar prendendo la classica colorazione grigiastra. Piccoli ruscelli di acque sorgive trasparenti si buttano nel torrente andando a schiarire leggermente la Dora donando un colore azzurro-grigio.

Oggi è presente un po’ di vento. La temperatura di 22° allieta la nostra permanenza e ci permette di non sudare in questo luglio che in molte parti d’Italia è torrido.

Ci fermiamo all’area pic nic “Lavachey” per dare “merenda” alla piccola. Con questo fresco Ginevra mangia più volentieri del solito.

Sostiamo ancora un po’ stendendo una coperta in penombra e godendoci un’ulteriore “dose” di fresco. Tiriamo fuori i giocattoli che ci siamo portati appresso e facciamo giocare la piccola.

Una mezz’ora buona e decidiamo di farci una passeggiata lungo la strada (l’unica) poco frequentata che solca la valle. Intorno alle 16 passiamo di fronte ad un bar/ristorante e leggiamo “torte artigianali fatte in casa”… Hmmm… La gola ci fa subito interrompere la passeggiata.

Entriamo allora allo Chalet Mont Dolent e ci viene proposta la Carta dei Dolci. Scegliamo una crostata ai mirtilli (in Val Ferret ce ne sono tantissimi, quindi sono di zona) e una Torta di Mele. Tutte e due le torte servite con panna montata fatta artigianalmente con il latte delle mucche locali… Una delizia sovrumana. Così come le torte, soprattutto la crostata di mirtilli… Gnam!

Ripartiamo per la nostra passeggiata lungo il torrente e puntualmente Ginevra si addormenta. Passeggiamo per quasi un’ora, costeggiando la catena del Monte Bianco, intravedendo sopra le nostre teste le cime del Dente del Gigante, le Grandes Jorasses, l’Aiguille de Triolet e il Mont Dolent. Uno spettacolo unico.

Costeggiamo anche un bellissimo campo da golf immerso in uno scenario unico al mondo. Penso che sia il massimo per un giocatore di golf…

Torniamo verso la macchina, sono ormai le 18:30, il sole si va a nascondere dietro i vari “4000” della catena del Bianco e la temperatura cala bruscamente; d’altronde siamo a 1600 m…

La Val Ferret è decisamente una delle valli più belle, suggestive e romantiche della Valle d’Aosta e sicuramente la presenza del Monte Bianco è un punto a favore.

PRENOTA UN HOTEL IN VAL FERRET

The following two tabs change content below.
Amo i viaggi e il cibo che trovo nei paesi che visito. Condivido le mie passioni con mia moglie, che mi accompagna in ogni mia "fuga" dalla routine quotidiana... Il mio lavoro di SEO Specialist per il network Omada, mi porta a ottimizzare i miei articoli facendo in modo che vengano trovati nel web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.