“Retrospective”, la mostra di Robert Capa al Lu.C.C.A.

Oggi vogliamo parlarvi del Lu.C.C.A. (Lucca Center of Contemporary Art), piccolo ma prezioso museo di arte moderna e contemporanea allestito all’interno di Palazzo Boccella in centro storico a Lucca.

Dopo la nostra visita al MoMA a di New York nel 2010, io e Giacomo ci siamo scoperti appassionati di arte moderna. Quando siamo venuti a conoscenza che anche Lucca ha un museo dedicato, ne siamo rimasti piacevolmente stupiti.

Facciamo visita al Lu.C.C.A. ogni volta che cambia l’artista principale. Questo fine settimana c’erano le seguenti mostre:

  • FRAGILE – HANDLE WITH CARE di Natasha Yalyisheva, artista siberiana (fino al 05 ottobre 2014)
  • ROBERT CAPA – RETROSPECTIVE di Robert Capa il più grande fotoreporter di guerra del Novecento (fino al 02 novembre 2014)

 

La mostra dell’artista siberiana Natasha Yalyisheva era quantomeno particolare. L’artista, in questa collezione, dipinge sui nastri trasparenti da imballaggio e ritrae profili di soldati e comandanti dell’esercito cinese e un tratto di Mao Tse-tung. I colori scivolano sulla “improvvisata” tela a formare tratti a volte poco riconoscibili ma di sicuro impatto.

 

La mostra principale riguardava il famoso fotoreporter di guerra Robert Capa. Non siamo mai stati appassionati di fotografia, ma devo dire che in questo caso l’artista è riuscito a trasmettere tutto ciò che era la guerra; dalle espressioni della gente, alla paura, al dolore, alla voglia di rivalsa fino alla speranza di un nuovo inizio.

E’ incredibile solo pensare che Capa sia riuscito a sopravvivere ed a scattare foto durante il famoso D-Day, lo sbarco degli alleati in Normandia! Alcuni scatti, di cui la maggior parte furono “persi”, narrano le atrocità e la morte di quello storico e leggendario sbarco e la conseguente, di li a poco, liberazione dai Nazisti.

Dopo queste poche parole sulla mostra e gli artisti (poichè non siamo esperti ma semplici appassionati con poche nozioni in merito), possiamo darvi le nostre impressioni sul museo in generale.

Il museo si sviluppa su diversi piani. Di solito, al pian terreno e al seminterrato c’è una zona gratuita denominata LOUNGE dedicata a mostre di piccole dimensioni ed una saletta dedicata alla Video Arte; al primo e al secondo piano ci sono 8 sale espositive denominate MAIN, generalmente a pagamento, dedicate all’artista principale di turno. L’ambiente, bianco, asettico, valorizza in modo esemplare ogni mostra incentrata su fotografie, dipinti, collezioni private o installazioni.

Oltre alla parte espositiva, troviamo il Ristorante gourmet “L’imbuto” (di cui speriamo presto di fare una visita con annessa recensione…), un ristorante i cui tavoli sono disposti nel bel mezzo dell’esposizione al piano terra, una caffetteria, una parte adibita a bookshop e un’area dove svolgere attività didattiche per le scuole e, in orario extra-scolastico, per famiglie e bambini.

 

Come potete notare, anche solo da una breve descrizione, in questo luogo di cultura non manca intraprendenza e voglia di proporre sempre il miglior servizio possibile sotto ogni aspetto e questo, per noi, è il loro successo.

***

LU.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art
Via della Fratta 36, Lucca
Telefono: 0583 492180
E-Mail: info@luccamuseum.com
Sito web: www.luccamuseum.com
Pagina Facebook: facebook.com/luccamuseum

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.