A tavola (e non solo) con i Conti Comparini Bardzky, viaggio attraverso Faltognano con il padrone di casa

Domenica scorsa, 14 maggio 2017, si è aperta la stagione degli eventi organizzati da Artfloor nella splendida location di Villa Comparini Bardzky.
È stato lo stesso Conte Comparini a introdurre la dimora barocca seicentesca ai partecipanti con un breve excursus storico catastale, che si è alternato ad aneddoti divertenti e ricordi risalenti all’infanzia, testimonianze vere e vissute, in prima persona o di rimando, del passato glorioso di una delle più importanti tenute della Toscana.

Una fattoria che ha segnato la vita, il territorio e l’economia del Montalbano, conosciuto per aver dato i natali al genio vinciano.

La visita itinerante ha volteggiato per le sale affrescate della villa con singolari esempi di prove prospettiche, per spaziare poi all’armeria, alle camere da letto con toilette di fine ceramica o letti a baldacchino intarsiati con lo stemma della casata.
Le domande si sono inoltrate autentiche fra la curiosità e i misteri, poiché come lo stesso Comparini narrava, “esiste villa o famiglia antica senza la diceria popolare di custodire un tesoro nascosto?”.

L’attenzione poi si è indirizzata verso la cucina e la tavola; il tradizionale pranzo della domenica ha assunto nuova sostanza ed essenza: “La tavola come grande metafora della vita”. Queste le parole concentrate e attente dell’organizzatrice Tamara Pasquinucci, che prosegue: «Il pranzo interpreta il ‘convivium’, ossia il risultato di preparazione, assunzione e condivisione del cibo, ogni volta inedito e carico di sorprese e stupore. Intorno alla tavola si riunisce la famiglia, la società e non solo per mangiare, ma per dialogare, per confrontare aspetti comuni e differenze di pensiero. Il cibo diventa espressione culturale, contenitore di gusti, sapori e tradizioni. Intorno alla tavola aleggia la sacralità, dentro il cibo esiste un DNA che porta segreti e saperi secolari, memorie di fornelli, energie e passione. Il convivio raffigura un’occasione per riflettere, instaurare un rapporto privilegiato con la natura, l’ambiente e la Storia. Perfino la lettura della bellezza diviene ‘lussuosa’ in quanto elemento carico di amore, sgretolando con sé la patina superficiale dell’apparire».

Avete perso il tripudio di ciliegie abbinate a peonie, ranuncoli verdi e pizzi, o le deliziose crostatine di crema al limone con meringa fresca, preceduto dal sorbetto al vino rosso su spuma di ricotta? Non disperate, il prossimo appuntamento si terrà domenica 4 giugno dalle 11.30 alla Villa Comparini Bardzky di Faltognano (Via di Faltognano 158, Vinci) con nuove modalità e nuova voglia di conoscere.
La prenotazione è obbligatoria e il numero minimo di partecipanti è di trenta persone.

Per informazioni e prenotazioni: Tamara Pasquinucci per Artfloor, 3388404101; mail: info@artfloor.it, info@villacomparini.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.