Viaggio a Varsavia (parte 1): l’arrivo nella capitale polacca

VarsaviaPiazzaMercatoCittàVecchiaLatoZakrzewski

Ciao a tutti!

Inizio subito a raccontarvi del mio fantastico viaggio in un’insolita meta, soprattutto nel periodo invernale: Varsavia!

Son partita sotto un acquazzone venerdì 19 febbraio da Pisa, con prima destinazione Bologna. Nella mia visione di risparmio, ho usato un metodo che negli ultimi anni ha preso sempre più piede: Blablacar. Tanti mi chiedono come faccio a fidarmi, da sola, etc… Viaggio con Blablacar da più di due anni ormai e mi sono sempre trovata bene. Il sistema sul sito e sull’applicazione è molto semplice e intuitivo, anche se su alcune cose potrebbe migliorare (per esempio nell’app la ricerca parte in automatico appena si inserisce la meta di partenza e quella di arrivo, prima di mettere la data). Io l’ho sempre usato come passeggero e questa è l’esperienza che posso darvi: dopo aver effettuato la ricerca nel sito o nell’applicazione escono i vari possibili passaggi inerenti alla richiesta, ogni passaggio presenta la descrizione del conducente e si possono vedere i feedback, ossia quello che i precedenti passeggeri pensano di lui. Io ho sempre scelto passaggi dati da conducenti con molti feedback e soprattutto positivi. Si aggiunge un minimo di incoscienza (ci vuole sempre, altrimenti non ci si muove di casa) e via! Ho fatto molti viaggi con Blablacar soprattutto da Pisa a Padova e viceversa, ho conosciuto molte persone, sentito raccontare molte storie e scoperto cose nuove e interessanti, oltre ad aver risparmiato molti e molti soldi!

Ecco qui il link del sito: www.blablacar.it.

A Bologna ho incontrato la mia compagna di viaggio Monica, con cui ho preso la navetta dalla stazione per andare all’aeroporto. Senza bagagli da stiva ma solo quello a mano, il check-in era già stato fatto on-line. Apertura del gate e si vola!

Prenotando con un mesetto di anticipo, il volo con Ryanair è costato 104€ A/R per due persone (52€ a testa) da Bologna al Modlin, aeroporto secondario di Varsavia.

Arrivate a Varsavia, lo spettacolo è un po’ tetro: cielo coperto da nuvoloni, leggera pioggia. Non ci abbattiamo, prendiamo la navetta che porta ad una piccola stazione del treno e partiamo in direzione Warszawa Centralna, la stazione più vicina al nostro appartamento, nonché stazione centrale della città. La tratta dura 50 minuti e quando arriviamo è già buio, il nevischio che scende mentre cerchiamo l’ufficio per le chiavi  dell’appartamento mi ha congelato le mani!

Provando a chiedere informazioni abbiamo subito constatato che i polacchi per nostra sfortuna conoscono l’inglese quanto noi italiani, cioè quasi zero. Ci capiterà spesso infatti di chiedere in inglese ed avere risposte concitate in polacco! Ma vabbè, fa parte del gioco!

La ricerca dell’appartamento è stata affidata ad un motore di ricerca molto conosciuto: Booking.com. Anche nel caso di questo sito mi son sempre sentita di dare molta fiducia grazie alle recensioni degli utenti insieme al punteggio che viene dato alle strutture. Si possono trovare tutti i tipi di alloggio, dall’ostello all’hotel di lusso, agli appartamenti e ai b&b. Grazie ad un ottimo sistema di filtri si trova sempre facilmente ciò che si sta cercando e in qualsiasi ricerca si ha subito un’idea di quanto si possa andare a spendere, in qualsiasi località.

www.booking.com e siete pronti per partire!

Anche stavolta posso dare un feedback positivo, l’appartamento prenotato fa proprio al caso nostro! Semplice e caldo, senza troppi fronzoli, perché tanto staremo  fuori tutto il giorno. E PULITO soprattutto. C’è il Wi-Fi per noi e la password si trova appesa all’entrata. L’agenzia a cui ci siamo affidate si chiama Apartamenty Varsowie (sito: www.nocuj.waw.pl o mail: biuro@nocuj.waw.pl), la ragazza che ci ha seguite è stata molto gentile e conosce molto bene l’inglese. Dato che booking si tiene sempre una percentuale, consiglio a tutti di prenotare direttamente a quest’indirizzo nel caso voleste fare un viaggio a Varsavia 🙂

Ah dimenticavo, il conto è stato di 98€ totali per tre notti.

La visuale dalla nostra stanza è molto ampia dato che siamo al 7imo piano.

La prima sera così, decidiamo di uscire subito a cena, lanciarci sotto la pioggia e arrivare al Folk Gospoda.

Con la pancia piena e il sorriso stampato sulle labbra, siamo tornate a casa.

***

FINE PRIMA PARTE

—> Leggi la 2° parte <—

The following two tabs change content below.
Silvia, una normalissima ragazza di 26 anni che cerca la propria strada nel mondo. Dottoressa in Ingegneria Civile, si dedica all'Interior Design e alla passione per l'arte e i viaggi. Gattara convinta, sognatrice visionaria... E blogger?! Da quando ho deciso che nella mia vita potevo dedicarmi anche alla scrittura non ho più potuto farne a meno. Non è un lavoro, ma una necessità. Mi trovate anche su Mangia, prega... Scrivi.

5 thoughts on “Viaggio a Varsavia (parte 1): l’arrivo nella capitale polacca

  1. Piacere scoprire la tua esperienza a Varsavia, ed è vero che il mese di febbraio non è forse il migliore per quanto riguarda il tempo per visitare la capitale polacca, ma comunque ci sono tanti posti sotto tetto da vedere e quindi va bene lo stesso :-). Grazie che mi hai fatto scoprire agenzia che affitta gli appartamenti! Non la conoscevo e mi potrà essere utile.

    1. Grazie Agnieszka per il commento!
      Infatti la nostra Silvia è preziossima e ha fatto un resoconto della sua esperienza a Varsavia divisa in tre parti, spero che tu le abbia lette tutte! 🙂
      A presto!

Lascia un commento; è sempre gradito ;)